La bellezza femminile “senza tempo”, rappresenta una conquista per la donna modernasebbene l’esponga al rischio di illusioni, delusioni e conflitti.

Come è noto il passaggio del tempo é inesorabile, ci determina e non possiamo ingaggiare una lotta col tempo, senza restarne sconfitti.

Forse rinunciando all’onnipotenza e valorizzando le diverse stagioni della vita, per la donna oggi è possibile abbandonare il mito dell’eterna giovinezza, alimentato dai modelli narcisistici, sia maschili che femminili, divulgati dalla logica consumistica della società attuale e avvicinarsi di più a sé stessa.

La bellezza femminile “senza tempo” è una conquista? I modelli di bellezza proposti ovunque attraverso i social network, i media, la TV e la rete, estendono oltremodo il mito della bellezza, anche con messaggi subliminali.

In passato la donna “provocante”, apparteneva solo allimmaginario erotico nascosto e segreto dell’uomo, solo il terremoto culturale degli ultimi decenni, ha consentito alla donna di esprimersi seduttivamente e sessualmente, anche al di fuori della coppia, sentendosi libera dal giudizio e pregiudizio altrui.

La donna oggi, si presenta solida nella sua identità, realizzata professionalmente e sessualmente, grazie alla contraccezione prima e alle nuove tecniche riproduttive dopo, disgiunge la sessualità dalla procreazione e sente di possedere diritti e desideri sessuali, analoghi a quelli maschili.

Così la donna oggi conquistando maggior coscienza e determinazione di sé stessa e appropriandosi del diritto al piacere, vive la propria sessualità al di fuori di tabù e vergogne, procedendo verso una migliore qualità della sua vita.

La bellezza femminile “senza tempo” è una conquista? La donna “trasgressiva e seduttiva” dunque da sempre ha campeggiato nell’immaginario erotico maschile, ma questa realtà, oggi, non provoca più una struggente eccitazione nell’uomo, ma solo ansia e paura, tanto da inibire lo slancio erotico maschile, seguito dall’inconscio timore del confronto con un femminile forte e accompagnato da un sentimento di  inadeguatezza.

Tale spaccato uomo-donna costituisce il maggior disagio presente nelle relazioni uomo/donna oggi e conduce singoli e coppie a rivolgersi nei nostri studi richiedendo una Consulenza Psicologica e Sessuologica, capace di leggere e restituire il significato inconscio dei sintomi, che altro non sono che segnali di sofferenza che il corpo esprime e che necessitano di una rilettura del rapporto di coppia, nella possibilità di una crescita paritetica per entrambi.

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi