Coppie che non fanno sesso: che cosa accade a una coppia, sebbene innamorata e sostenitrice dell’amore eterno, quando inizia una convivenza con il proprio partner?

Superata l’euforia dell’amore degli inizi, pian piano tutto incomincia a dilatarsi. L’innamoramento è chiamato alla prova di realtà, le proiezioni cadono miseramente e compare il partner in carne ed ossa, con i suoi pregi e difetti, gli egoismi, il suo vero carattere.

La comunicazione fra i due partner comincia a cambiare, subentrano malcontenti e delusioni reciproche, i due soggetti già poco inclini a riflettere su se stessi, sono ancor meno capace di metà comunicare sui vissuti ed emozioni: si accusano a vicenda, cercando ognuno la colpa nell’altro, del tutto inesperti nel comprendere il vissuto reciproco che li abita.

La sessualità non si gioca da soli, ma con l’altro

La sessualità, che è una relazione e una comunicazione, subisce un primo step, al quale seguono a valanga gli stress quotidiani: la fatica del lavoro, la mancanza di collaborazione domestica, e spesso la nascita di un figlio.

L’evento figlio cambia la geografia nella coppia, allontanando da essa il partner immaturo, il quale resta attonito e spettatore  della nuova coppia madre-bambino, dalla quale si sente irrimediabilmente escluso. Incapace di comprendere il  rapimento della madre verso il figlio,e di porsi come il “terzo” fra madre e bambino, pontificando, creando cioè un ponte fra i due, per liberare il bambino dalla simbiosi materna e consentire a sé stesso di riprendersi l’amante-moglie-madre.

Tutto questo sancirà, a livello inconscio, la nascita di un conflitto indicibile, poiché segretato nella coppia configurerà la perdita del desiderio sessuale reciproco.

Coppie che non fanno sesso: edipo paterno irrisolto

Sovente in questa fase gli uomini vivono rapporti alternativi, che gli consentono di sopravvivere al disagio e al dolore della perdita di attenzioni della propria partner, fatto che eliciterà in lui forti  gelosie inconsce, e difficoltà a creare un rapporto autentico col figlio, visto come il rivale.

Nuove dipendenze

La tecnologia verrà lui in aiuto: con lo smartphone, il pc,  il web, la pornografia, che produrrà una regressione all’autoerotismo, creando dipendenza nell’uomo, ricondizionando il cervello nella direzione delle nuove dipendenze, allontanando la propria partner.

Per la donna, le cose non vanno certo meglio, sebbene rapita dal proprio bambino, l’attività che il partner svolge intorno a lei, non genera né desiderio, né eccitazione. La reazione a questo celibato involontario sfocerà in sentimenti di frustrazione, depressione, rifiuto e scarsa autostima nell’uomo.

Coppie che non fanno sesso: la caduta del desiderio

Nei successivi e rari episodi di dovere coniugale, la coppia costaterà la reciproca perdita del desiderio sessuale, con conseguenti condotte di evitamento, a cui seguiranno a grappolo altri sintomi: difficoltà dell’eccitazione, eiaculazione precoce, disturbo erettivo, anorgasmia femminile, etc…

Questo è più o meno l’andamento generale di una coppia, che sebbene legata affettivamente, non riesce più a vivere l’Eros, né tantomeno ad integrarlo con la tenerezza. La comunicazione emotiva continuerà a essere il grande assente e la relazione si trasformerà in parentale e fraterna.

1 adulto su 7 oggi vive in un matrimonio senza sesso, praticando poca o nessuna attività sessuale; in Italia succede al 30% delle coppie sposate (un quinto delle coppia in generale).

Coccole e carezze

All’amore erotico spesso segue l’amore romantico: tenerezza coccole e carezze che sostituisce la vita sessuale, fintanto che non decidono di rivolgersi ad un Sessuologo, ad  un Terapeuta Sessuale di coppia.

Occorrerà risolvere i conflitti a monte, primo fra tutti la comunicazione, rivedere il dossier della rabbia reciproca, mai elaborata e spesso rimossa, per approdare infine alla perdita d’intimità psichica, responsabile della mancanza di sessualità.

Coppie che non fanno sesso: la terapia sessuale

S’iniziarà con un programma di riappropriazione del corpo e con una stimolazione sensoriale in esigente, per riattivare la comunicazione dei corpi, apprendere sensazioni ed emozioni, in una sorta d’integrazione mente-corpo-anima.

Iniziano così dall’ABC della sessualità per poi, step by step ,aggiungere via via altri ingredienti che possono riposizionare nella coppia il piacere sessuale, attingendo alle fantasie erotiche di ognuno dei due partner,  interpretandole, come nei giochi di ruolo, per fare in modo che la sessualità diventi creativa e giocosa, non un dovere coniugale da svolgere.

A parte i fattori più comuni fisiologici e/o psicologici che contribuiscano al declino del desiderio, oltre la quotidianità, lo stress, e distress, la mancanza del sonno, i problemi di relazione e le disfunzioni sessuali maschili e femminili che impediscono l’accesso a una vita sessuale appagante, occorre considerare il fatto che esistono coppie che decidono volontariamente di lasciare il sesso fuori dal rapporto.

Talvolta è inevitabilmente una rottura, se non è possibile rilanciare un ciclo di vita fra i partner,  talaltra, le coppie restano nel matrimonio, per molti altri motivi, come per esempio la presenza di figli, i costi associati alla rottura o la paura di separarsi e ricominciare da capo».

Matrimonio senza sesso

Le persone che decidono di rimanere in un matrimonio senza sesso, sono poco più della metà (51%) e gli stessi hanno affermato di aver trovato delle soluzioni alternative, concentrando il proprio tempo e le proprie energie altrove. Coltivano amicizie, si  gettano nel lavoro e diventano workaholic, curano il proprio corpo a dismisura con l’attività fisica e gli hobby, non ultimo si immergono in sbocchi sessuali alternativi.

Nel caso in cui tu avverta la necessità di approfondire questo tema, non esitare a contattarmi!

 

 

Pin It on Pinterest

Share This
WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi