Sex and Teens. Testimonianze: Chiara, quinta ginnasio,dà la sua versione. Il primo anno di liceo comincia la conta:“entro 12 mesi bisogna darla via” altrimenti vieni emarginata.

Sex and teens…e i maschi non pressano, perché non ce n’è bisogno! Nessuna cura della contraccezione. “Il lunedì in classe c’è il panico, non ci si ricordiamo se il sabato, ubriache o fumate in discoteca si è usato o meno il preservativo“.

La partita di pallavolo è appena cominciata, seduti per terra, in palestra ci sono un po’ di ragazzi che usano “l’ora buca” per fare un tifo svogliato. C’è anche la professoressa di educazione fisica, che annota, con una BIC blu, le assenze sul registro.
A interrompere la partita è una ragazza di quinta ginnasio, che invade il campo: Finalmente mi hanno stappata!”, grida, correndo attorno alla rete con le braccia alzate. “Sì, mi hanno “sturata” ieri sera!”

Come le ragazze di oggi vivono la sessualità.

Sex and teens, Margherita celebra, davanti ai compagni di scuola, più e meno intimi, la perdita della sua verginità. A raccontare l’episodio è Chiara, che studia nello stesso liceo e che quella mattina giocava nel ruolo di alzatrice. Reazioni? “Non molte!”. La prof. l’ha guardata male, la maggioranza di noi l’ha ignorata e qualcuno le ha fatto i complimenti”.In fondo, Margherita ci ha messo un anno intero per riuscire nella missione. Chiara spiega: all’ inizio della quarta ginnasio si fa la conta, di solito, solo tre o quattro ragazze arrivano al liceo già sverginate.

La regola è che bisogna liberarsene entro l’anno successivo. Per questo, a fine estate, ci sono un sacco di noi che vanno col primo che passa, giusto per non sforare i tempi. A settembre si fa il bilancio, Chiara, capelli biondi alle spalle, occhi castani col mascara nero sulle ciglia, stelline disegnate a penna sul polso, è una delle pochissime ragazze della sua classe a essere ancora vergine.“Se sei una persona sensibile, vivi molto male il fatto di “non averla ancora data”…Se non sei carina, se non segui la moda, vieni un po’ emarginata.
Ma è il sesso l’unico argomento che tiene banco, l’unica carta d’accesso per restare nel gruppo. O sai quello di cui parli, o ti escludono. Ti trattano come una bambina, ti lasciano fuori dal gruppo, ti prendono in giro, come fossi una sfigata”!

Educazione alle emozioni e ai sentimenti

Questo è il vissuto del corpo e della sessualità nelle teenager oggi, totalmente svincolato da emozioni e sentimenti. La ricerca resta quella di una sessualità meccanica, tendente a svilire di qualsiasi valore il primo rapporto sessuale.
I genitori, gli educatori e gli “Psicologi”, nonchè i“Sessuologi” dovrebbero farsi carico di tutto ciò, introducendo nella scuola l’educazione sessuale come educazione alle emozioni e ai sentimenti, in realtà fortemente ostacolata nelle istituzioni.
Se desideri approfondire questo argomento contattami!

Pin It on Pinterest

Share This
WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi